Blog

COS’È LO STALKING CONDOMINIALE

Il condominio diventa spesso luogo fisico nel quale, da semplici dissidi e contrasti tra inquilini, si dirompe facilmente nell’area del penalmente rilevante. A dirlo sono le statistiche, essendo dimostrato che una buona percentuale di ipotesi di atti persecutori si realizza nella sfera condominiale. Per questo la Corte Costituzionale (Cass. pen., sez. V, 7 aprile 2011, n. 20895) ha esteso l’ambito di applicabilità dell’art. 612-bis c.p. al contesto condominiale, ritenendo riduttiva la lettura della norma dell’articolo…
Leggi tutto

Assegno di divorzio una tantum non deducibile

L’ assegno una tantum è tassabile? Se il versamento viene corrisposto tramite assegno di mantenimento mensile all’ex coniuge, si potrà dedurre l’intero importo dal reddito imponibile ma non funziona allo stesso modo in caso di versamento di assegno una tantum. La Corte di cassazione ha ribadito che l’assegno all’ex moglie, corrisposto una tantum, non è deducibile dal reddito del soggetto obbligato. La sentenza n. 29178/2019 della corte costituzionale ha accolto il ricorso proposto dall’ agenzia…
Leggi tutto

GDPR e riconoscimento facciale, in Svezia sanzione di Euro 20.000,00

La Datainspektionen – Autorità di controllo svedese, ha sanzionato una scuola per aver introdotto un sistema di riconoscimento facciale per il controllo delle presenze degli studenti. Con sistema di riconoscimento solitamente si fa riferimento a uno o più algoritmi basati sulla Intelligenza Artificiale (IA) e il Machine Learning (ML), attraverso i quali è possibile identificare una persona mediante l’acquisizione dell’immagine del volto da una foto o da un video. L’algoritmo processa l’immagine utilizzando modelli matematici e restituisce, archiviandoli in…
Leggi tutto

Art 368 codice penale calunnia

Delitto di calunnia “Chiunque, con denuncia [333 c.p.p.], querela [336 c.p.p.], richiesta [342 c.p.p.] o istanza [341 c.p.p.], anche se anonima o sotto falso nome, diretta all’Autorità giudiziaria o ad un’altra Autorità che a quella abbia obbligo di riferirne o alla Corte penale internazionale (2), incolpa di un reato taluno che egli sa innocente, ovvero simula a carico di lui le tracce di un reato, è punito con la reclusione da due a sei anni.…
Leggi tutto

LE SEZIONI UNITE SULLA DETERMINAZIONE DELLE PENE ACCESSORIE

Lo scorso 3 luglio 2019 sono state depositate le motivazioni della sentenza n. 28910 con la quale le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con riferimento alle pene accessorie previste dall’art. 216, ultimo comma della legge fallimentare, per il reato di bancarotta fraudolenta hanno formulato il principio di diritto secondo il quale «le pene accessorie per le quali la legge indica un termine di durata non fissa devono essere determinate in concreto dal giudice in…
Leggi tutto

Call Now ButtonCHIAMA SUBITO