E’ Reato Evitare Contatti Telefonici con il Coniuge Separato al Fine di Impedirgli il Diritto di Visita del Figlio

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 43293 del 23 ottobre 2013, è tornata sul delicato tema del comportamento degli ex coniugi a seguito della separazione o del divorzio e del rispetto, da parte degli stessi, delle disposizioni date dal giudice sull’affidamento dei figli. È noto, purtroppo, come spessissimo gli ex coniugi attuino tra di loro comportamenti ostili e vendicativi, frutto di pregresse situazioni non chiarite, e come, nei casi peggiori, venga usato come mezzo di vendetta o ricatto proprio il figlio affidato. Inutile dire quanto tali comportamenti siano dannosi per i figli, vere vittime delle ‘‘ripicche’’ tra i genitori.
La giurisprudenza è sempre stata molto sensibile alla tematica, al fine di tutelare al meglio i figli e la loro sana crescita. Per questo motivo, i giudici di Piazza Cavour hanno confermato la sentenza di condanna della Corte d’Appello, per il reato di mancata esecuzione del provvedimento del giudice, di cui all’art. 388, secondo comma, del codice penale, nei confronti della ex moglie, affidataria del figlio, che aveva rifiutato, senza giustificato e plausibile motivo, di consentire l’affidamento all’ex coniuge per il periodo stabilito dal provvedimento del giudice. La Corte ha ritenuto corretto l’operato della Corte di Appello, la quale ha ritenuto idonea ad integrare il presente reato la condotta ostruzionistica della donna. Quest’ultima, infatti, al fine di impedire all’ex marito la legittima visita del figlio nei periodi stabiliti dal giudice, si era resa non raggiungibile telefonicamente e non rispondeva alla chiamate dell’ex marito.
Allo scopo di fornire una consulenza seria ed efficace lo Studio Legale del Monte offre anche, in via preliminare, un primo contatto orientativo di consulenza legale, dove l’ interessato può esprimere il quesito per cui necessita assistenza.

Un Avvocato specializzato nel Diritto Penale risponderà al vostro quesito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *